L’importanza del ferro per il nostro organismo.

Pubblicato il Pubblicato in Uncategorized

Il tasso di ferro circolante nel nostro organismo viene espresso dalla sideremia, ed i valori di riferimento sono molto variabili in base al sesso e all’età delle persone. Il ferro è essenziale per la vita essendo implicato nell’organismo in numerosissime reazioni biochimiche, e viene assorbito prevalentemente a livello del duodeno e della parte prossimale del digiuno.

L’assorbimento del ferro è favorito dall’ambiente acido gastrico. Ogni giorno con la dieta vengono introdotti circa 10-20mg di ferro e di questi ne viene assorbito circa il 10%. Una dieta ricca di carne rappresenta una straordinaria fonte di approvvigionamento. Alcune sostanze, come i tannati, presenti ad esempio nel the, legano il ferro in modo estremamente efficace e ne inibiscono in modo significativo l’assorbimento.

Una sideremia bassa si può riscontrare in diverse situazioni:

  • Nel caso di una dieta con alimenti carenti di ferro (malnutrizione e diete non bilanciate).

  • Cattivo assorbimento del ferro presente nella dieta a livello intestinale.

  • Perdite fisiologiche di ferro (mestruazioni, gravidanza).

  • Perdite patologiche di ferro (emorragie gastrointestinali o genitourinari).

I sintomi più frequenti che possono derivare da una sideremia bassa sono:

  • Stanchezza prolungata.

  • Astenia.

  • Sonnolenza.

  • Aumentata sensibilità al freddo.

  • Pallore.

  • Sbalzi d’umore.

  • Nervosismo.

  • Fastidi muscolari.

Solitamente tra i soggetti più colpiti troviamo:

  • Le donne in gravidanza.

  • Le persone di età superiore ai 55 anni.

  • Gli sportivi.

  • I vegetariani ed i vegani.

  • Le donne con mestruazioni abbondanti.

E’ molto facile essere soggetti ad una carenza di ferro, perché la sua integrazione ed il suo assorbimento sono di solito problematici. I motivi possono essere diversi, e tra questi si ricordano:

  • La poco tollerabilità del ferro.

  • La sua limitata bio-disponibilità.

  • Il suo limitato assorbimento.

Ferrotre Retard è un nuovo prodotto Bios Line che aiuta ad eliminare gli effetti negativi legati all’integrazione di ferro nel nostro organismo. La forma gastro-resistente rende il prodotto privo del caratteristico sapore di ferro, e preserva dai fastidi gastrici che spesso sono associati allassunzione di questo minerale.

La novità sta proprio nei tre stadi di rilascio controllato del ferro,

che ne permettono il graduale assorbimento nell’arco della giornata. Questo evita molti fastidi, tra i quali la nausea ed il vomito spesso indicati dai consumatori.

Il primo strato viene rilasciato dopo un’ora dall’assunzione, il secondo dopo 2/3 ore, il terzo dopo 3/4 ore.

Il ferro, associato all’acido folico e alla vitamina B12, contribuisce alla formazione dei globuli rossi e viene assorbito in modo migliore dall’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *